Si può fare la luce pulsata durante le mestruazioni?

Si può fare la luce pulsata durante le mestruazioni?

In questo articolo vi spieghiamo se è possibile effettuare un trattamento di luce pulsata durante il periodo mestruale e le possibili controindicazioni.

I dispositivi a luce pulsata sono un'invenzione innovativa nel mondo dei trattamenti estetici e consentono di raggiungere particolari obiettivi di bellezza, come una pelle libera dai peli superflui più a lungo, grazie all'epilazione a luce pulsata, che consente di eliminare macchie e inestetismi causati dall'invecchiamento cellulare.

La luce pulsata è una tecnologia basata su un processo chiamato fototermolisi selettiva: i dispositivi a luce pulsata emettono degli impulsi luminosi a bassa densità che vanno a colpire la melanina contenuta nel pelo, la riscaldano e consentono così la rimozione del bulbo del pelo, bruciandolo.

Oggi, i trattamenti a luce pulsata si possono effettuare a casa, grazie alla vendita di dispositivi per l'epilazione o il fotoringiovanimento sempre più economici, precisi e sicuri presenti sul mercato. Questi si rivelano molto utili soprattutto perché evitano grandi costi da sostenere per sottoporsi a un trattamento a luce pulsata in un centro estetico.

Nonostante i dispositivi a luce pulsata siano sempre più efficienti e sicuri, è bene tenere sempre in considerazione i possibili effetti collaterali: un uso sbagliato di questi accessori, infatti, potrebbe danneggiare la pelle e provocare dolorosi eritemi.

Inoltre, ci sono delle situazioni che potrebbero richiedere maggiore attenzione, come ad esempio quando si assumono particolari farmaci o si hanno le mestruazioni. A questo proposito, molte donne si chiedono se possano sottoporsi a trattamenti di luce pulsata nel caso siano nei giorni del mese in cui compaiono le mestruazioni.

Luce pulsata e ciclo mestruale: cosa fare?

Luce pulsata e ciclo mestruale: cosa fare?

I timori sull'uso della luce pulsata durante il periodo delle mestruazioni preoccupano alcune donne che vogliono sbarazzarsi dei peli in eccesso, che non vogliono incorrere in alcun rischio per la salute.

Queste ragazze possono stare tranquille: non c'è alcuna interferenza tra il trattamento a luce pulsata e il ciclo mestruale. In sostanza, non esistono controindicazioni per le donne con il flusso mestruale che vogliono sottoporsi a un trattamento di epilazione tramite luce pulsata.

Ciò vale sia nel caso si decida di recarsi da un estetista sia se si decida di effettuare il trattamento a casa. Tuttavia, per questioni di comodità e igiene, è meglio evitare di usare la luce pulsata nella zona inguinale durante i giorni di mestruazioni.

Un'altra questione che si dovrebbe prendere in considerazione è l'ipersensibilità al dolore: sembra, infatti che, per un motivo ormonale, alcune donne percepiscano più intensamente gli stimoli esterni durante il periodo delle mestruazioni. Sembrerebbe che provino più dolore rispetto ad altri giorni del ciclo mestruale.

Quindi, se una paziente rientra nel gruppo delle donne che soffrono di ipersensibilità durante il ciclo è bene che non si sottoponga a un trattamento a luce pulsata, così da evitare inutili pizzicori o eccessivo dolore.

Infine, ci sono donne che temono effetti collaterali legati ai trattamenti a luce pulsata per via dei medicinali che si assumono per controllare i dolori da flusso mestruale.

Solitamente, per mal di testa, mal di pancia e dolori muscolari si assume ibuprofene, un medicinale che non aumenta la fotosensibilità e, quindi, non porta spiacevoli effetti collaterali se assunto prima dell'epilazione a luce pulsata.

Se si assumono altri integratori, erbe medicinali o farmaci e si ha anche solo un minimo dubbio sull'interazione con la luce pulsata, è meglio chiedere consiglio a un medico.

I medicinali da evitare durante il trattamento

I medicinali da evitare durante il trattamento

Come sottolineato, durante i giorni di flusso mestruale non vi è alcun problema a sottoporsi a un trattamento con luce pulsata, sebbene sia meglio evitare la zona inguinale per motivi igienici. Neanche i medicinali più comuni contro i dolori mestruali interferiscono con l'uso dei dispositivi a luce pulsata.

Tuttavia, la pillola anticoncezionale potrebbe, secondo alcuni esperti, aumentare la fotosensibilità e portare quindi alla comparsa di antiestetiche macchie temporanee sulla pelle. Comunque, è possibile sottoporsi a un trattamento con luce pulsata anche con l’assunzione della pillola anticoncezionale. Se si teme una reazione cutanea o si è soggette a eritemi, macchie o altri disturbi di questo tipo, è sempre bene consultare un medico.

Per quanto riguarda altri medicinali, ce ne sono alcuni che potrebbero aumentare di molto la fotosensibilità, rendendo la pelle più soggetta a macchiarsi o irritarsi. Ne abbiamo parlato meglio in questo articolo, ma riportiamo qui i farmaci più comuni che interagiscono con la luce pulsata:

1) Farmaci immunosoppressori, in quanto generano un indebolimento del sistema immunitario, aumentando il rischio di danni alla pelle;

2) Farmaci anticoagulanti, poiché la luce pulsata potrebbe avere affetti sui capillari e generare macchie scure sulla cute;

3) Alcuni antibiotici, poiché, come la pillola anticoncezionale, alcuni diuretici, antidiabetici a uso orale, antireumatici e alcuni farmaci usati contro le aritmie, aumentano la fotosensibilità;

4) Alcune lozioni contenenti olio di bergamotto, di limone o di lavanda possono rendere la parte di pelle dove vengono applicate più fotosensibili;

5) Alcune erbe, integratori alimentari e farmaci omeopatici tendono a rendere più fotosensibile la pelle. Tra questi, quelli che contengono isotretinoina, retinoidi topici, tetracicline, o erba di San Giovanni.

Con l’acquisto del nostro Epilatore a Luce Pulsata E21 avrai a disposizione tutta l’assistenza dedicata ed un piano di trattamento personalizzato con il quale potrai trattare i peli superflui senza alcun rischio per la tua pelle.

 


Lascia un commento

Il commento è soggetto ad approvazione